l'informazione ispirata ai valori del giornalismo di Domenico Di Meglio|domenica, settembre 29, 2013
Sei qui: Home » Cronaca » La rinuncia del Vescovo Strofaldi, ora, è ufficiale

La rinuncia del Vescovo Strofaldi, ora, è ufficiale 

strofaldi

Abbiamo “difeso” fino alla fine mons. Filippo Strofaldi, da quella che può tranquillamente essere definita un’opera di sciacallaggio mediatico. Oggi, e solo oggi, 7 luglio Papa Benedetto XIV ha accettato la rinuncia da parte del Vescovo di Ischia. Si legge nella nota del vaticano, infatti, “Il Santo Padre Benedetto XVI ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Ischia (Italia), presentata da S.E. Mons. Filippo Strofaldi, in conformità al can. 401 § 2 del Codice di Diritto Canonico.”

Il can. 401 § 2 del Codice di Diritto Canonico prevede: “Il Vescovo diocesano che per infermità o altra grave causa risultasse meno idoneo all’adempimento del suo ufficio, è vivamente invitato a presentare la rinuncia all’ufficio.”

A Filippo Strofaldi, vescovo della chiesa cattolica di Ischia, il merito di essere stato un buon esempio. Gli ultimi anni del suo vescovato lo hanno visto diviso tra una logorante malattia fisica, ma per quella sicuramente le parole di Paolo: “…la mia grazia di basta” gli saranno state di certo sollievo, e un clero locale che ha saputo rendere complicata la sua vita. Oggi speriamo che per Filippo Strofaldi sia arrivato per il giusto riposo.

Nei prossimi giorni si saprà chi sostituirà provvisoriamente padre Filippo fino alla nomina di un nuovo vescovo, i cui tempi comunque non saranno brevi.

%d bloggers like this:
UA-17747172-1