l'informazione ispirata ai valori del giornalismo di Domenico Di Meglio|domenica, settembre 29, 2013
Sei qui: Home » Serrara Fontana » Serrara Fontana – I turisti scrivono al sindaco: Vogliamo il gazebo parasole a Sant’Angelo!

Serrara Fontana – I turisti scrivono al sindaco: Vogliamo il gazebo parasole a Sant’Angelo! 

Sant'angelo porto

Vicente Schiano – La stampa locale ha trattato ampiamente, le note vicende del porto di S. Angelo che hanno visto affidata l’importante gestione della struttura alla Marina di raggio verde di Forio escludendo per morosità i gestori storici: La Iesca e la Cooperativa battellieri S. Michele. Per le stesse motivazioni la cooperativa S. Michele si è vista negare l’autorizzazione all’installazione di un gazebo parasole montato sul molo. Il montaggio di quest’utilissima struttura, particolarmente gradita dai numerosi turisti che affollano la località, in attesa dell’imbarco, è sempre stato autorizzato dal Comune alla Cooperativa già dal 2001, su iniziativa del consigliere Comunale Domenico Di Meglio, che mise in campo tutta la sua professionalità per redimere i cavilli burocratici della Capitaneria di porto. Per fronteggiare a tale situazione incresciosa che genera continue lagnanze e lamentele da parte dei turisti costretti ad attese sotto un cocente sole con tutte le conseguenze immaginabili ha costretto il presidente Livio Iacono a fare a meno di  una importante imbarcazione per supplire al diniego comunale. Infatti, da domenica all’imbarco è ancorata la motobarca S. Michele dotata di adeguati tendaggi parasole, che funge da terminal all’imbarco. Tale situazione incresciosa non è stata gradita  dai turisti che hanno preso una originale iniziativa indirizzando una lettera al Sindaco per redimere in tempi brevi una problematica che allo stato mina l’immagine di una località turistica come Sant’Angelo che è rinomata a livello internazionale. Ecco di seguito la lettera che a momenti sarà presentata al protocollo del Comune. Speriamo tanto nel buon fine dell’iniziativa perchè Scipione l’Africano e il prossimo preventivato arrivo di Caronte non lasciano tregua.

 

Al Sindaco del Comune di Serrara Fontana

Siamo purtroppo costretti, nostro malgrado a comunicarle formalmente, il malumore e le lagnanze da parte di noi tutti, abituali frequentatori di Sant’Angelo, nel constatare che quest’anno sul molo non è stato montato il gazebo con la sovrastante struttura ombreggiante, utile e confortevole riparo dalla calura estiva per gli operatori portuali ed i turisti in attesa d’imbarco per la spiaggia dei Maronti. Una struttura semplice e non invasiva utile a qualificare la qualità dei servizi, essendo inconcepibile assistere a tante persone in attesa all’imbarco sotto un sole cocente e a rischio di grave incolumità per la pubblica salute. Non è nostra intenzione, entrare nel merito delle motivazioni che hanno generato, la mancata autorizzazione al montaggio alla locale Cooperativa Battellieri, anche se a nostro modesto parere, sono oltremodo pretestuose, quando è evidente che la struttura va ad assolvere un primario e necessario servizio pubblico e quindi dovrebbe essere montata su iniziativa pubblica e non su richiesta a pagamento da parte dei privati. Senza però voler minimamente polemizzare, essendo la nostra iniziativa finalizzata a rendere più confortevole il nostro soggiorno, la invitiamo nell’interesse di tutti i cittadini, siano essi residenti o turisti, a rivedere questa discutibile scelta dei suoi funzionari, che non giova in alcun modo alla salvaguardia dell’immagine di questa bellissima località turistica e a disporre per il montaggio in tempi brevi, di una adeguata struttura ombreggiante sull’imbarcadero di Sant’Angelo. Confidiamo sulla sua lungimiranza, nella consapevolezza che sappia adottare con solerzia, quei provvedimenti necessari per riportare la vicenda nella alveo del quieto vivere ed offrire a tutti questa necessaria struttura, che in questo periodo di particolare calura è gradita  ed apprezzata. Siamo fiduciosi sul buon esito di questa nostra iniziativa, avvertendola che in mancanza saremo purtroppo costretti ad altre iniziative che avranno certamente un clamoroso risalto anche a livello mediatico. Nell’invitarla personalmente, preferibilmente nelle ore di punta della giornata sul molo per una personale verifica della problematica, cogliamo l’occasione per ringraziarla per l’attenzione e per ben distintamente salutarla.

Sant’Angelo, 26 giugno 2012

Seguono firme

%d bloggers like this:
UA-17747172-1